UGO PANELLA

Foto di U. Panella

Ugo Panella inizia la professione di fotogiornalista alla fine degli anni ‘70 durante la guerra civile in Nicaragua e, più tardi, nel Salvador e in Guatemala.

La passione per la fotografia d’impegno civile lo ha portato in vari luoghi del mondo dove il quotidiano è spesso scandito dalla violenza e dal poco rispetto per la dignità umana. Ha raccontato la vita negli slum di Nairobi e quella dei senzatetto del Cairo, dove un milione di esseri umani vivono tra le tombe del più grande cimitero della città; delle ragazze sfigurate dall’acido solforico in Bangladesh, delle prostitute bambine, della fatica di centinaia di uomini che al largo della Birmania smantellano le navi da cargo arenate sulla spiaggia.

Il suo lavoro lo ha portato, tra l’altro, in Albania, Palestina, Argentina, Bolivia, India, Sri Lanka, Filippine, Oman, Somalia, Etiopia, Sierra Leone, Sud Africa, Afghanistan e Iraq, realizzando reportage per magazine italiani ed esteri.

Nel 2009 si aggiudica Il Premio Eugenio Montale per il Fotogiornalismo – Fuori di Casa/Sconfinando – per l’impegno civile che sempre ha ispirato la sua fotografia di denuncia.

Panella pone l’individuo faccia a faccia con l’orrore e la violenza di un mondo che toglie agli uomini, oltre alla vita, anche la dignità. E lo costringe a guardare.
www. ugopanella.it

Le foto di Ugo Panella sono state pubblicate sul Latinoamerica n. 112 (anche in pdf)