MICHELE LAPINI

Foto di M. Lapini

Michele Lapini, classe 83, inizia ad avvicinarsi alla fotografia durante i primi anni universitari a Firenze, grazie ad una macchina analogica e ai suoi coinquilini. Nato in Valdarno, nel mezzo tra le città di Arezzo, Firenze e Siena, si trasferisce per seguire
l’università prima a Firenze e poi a Bologna, dove tutt’ora risiede. Laureato in Cooperazione, Sviluppo e Diritti Umani cerca di affiancare i suoi studi ed interessi alla passione per la fotografia, considerandola come uno strumento efficace per informare e creare coscienza.
Attraverso la macchina fotografica racconta i movimenti contadini italiani che si battono per un’agricoltura biologica, sana e libera dalle logiche dei mercati, le rivendicazioni degli studenti e studentesse che negli ultimi anni hanno riempito piazze, strade ed università, le vicende umane dei migranti che approdano a Lampedusa, la nostra porta d’Europa, la resistenza indigena nell’amazzonia ecuadoriana che si oppone all’estrazione petrolifera e alla distruzione dell’ambiente, non dimenticando la semplice ma stupenda poesia della quotidianità.
Ha collaborato con alcuni festival italiani ed internazionali come il Rototom Sunsplash,
collabora attivamente con diverse realtà sociali e culturali tra Bologna e la Toscana, con
all’attivo diverse pubblicazioni su riviste e giornali italiani, spagnoli ed inglesi.
www.michelelapini.net

Le foto di Michele Lapini sono state pubblicate sul Latinoamerica n. 117 (anche in pdf)