PATRIZIO ESPOSITO

Foto di Patrizio Esposito

Patrizio Esposito nasce a Napoli nel 1951. Diplomato all’istituto statale d’arte della città, ha insegnato Disegno ed educazione artistica nella scuola pubblica. Ha iniziato a fotografare nel 1984 in America Latina. Tra il 1994 e il 1996 ha curato l’immagine grafica dei Festival del teatro di Santarcangelo (con Leo de Berardinis) e di Volterra (con Roberto Bacci). Ha collaborato con Teatri Uniti, Antonio Neiwiller, Thierry Salmon e con il centro studi Franco Fortini di Siena. Coordina le attività editoriali de L’Alfabeto urbano. Ha disegnato la veste grafica della casa editrice Gamberetti, di Stafeano Chiarini. Con il regista Mario Martone ha partecipato al soggetto del film Una storia sahrawi. Con il fotografo Adel Altai e l’associazione Un Ponte per ha promosso la Biblioteca della Fotografia di Baghdad, in seguito distrutta dai bombardamenti Usa del 2003. Dal 1999, assieme a Fabrizia Ramondino e Fatima Mahfoud, è curatore del progetto Necessità dei volti con l’obiettivo di promuovere la visione in Europa dell’archivio fotografico custodito nel Museo sahrawi della guerra, fondato nel deserto algerino dell’Hammada. È tra i promotori degli “Annual courses of video and digital photography”, avviati nell’aprile 2006 nel campo profughi palestinese di mar Elias, a Beirut.

Le immagini di P. Esposito sono nel Latinoamerica n. 74