Più di 2.000 cubani hanno ricevuto il vaccino terapeutico contro il cancro del polmone

dicembre 12, 2011

Il vaccino terapeutico contro il cancro del polmone CIMAVax-EGF, creato a Cuba, si è applicato a oltre 2.000 cittadini dell’isola e si progetta di poter usare lo stesso principio per il cancro della prostata, informarono oggi mezzi locali. 

Secondo autorità sanitarie questo vaccino “è una terapia sicura per il cancro, con pochi stati avversi ed eleva l’aspettativa e la qualità di vita” del malato. Gisela Gonzalez, dottore in Scienze Biologiche e responsabile del progetto, annunciò che si lavora in prove cliniche per applicare il vaccino contro il cancro di prostata e si prevede che rimanga registrato per questo uso nel 2012. CIMAVax-EGF è registrato a Cuba ed in Perù, in tramite di iscrizione in Brasile, Argentina o Colombia, tra le altre nazioni, ed ha diritto di brevetto in quasi tutto il mondo. Recentemente hanno reso pubblico nell’isola che il Regno Unito applicherà nelle prossime settimane una prova clinica di questo vaccino terapeutico. La medicina è stata elaborata dopo 15 anni di investigazione dagli scientifici del Centro di Immunologia Molecolare (CIM) di Cuba che considerano che si potrebbe usare lo stesso principio del farmaco nel trattamento di altre malattie oncologiche. Il farmaco non può prevenire la malattia ma permette di controllare il cancro avanzato generando anticorpi contro le proteine che scatenano la mancanza di controllo nei processi di proliferazione cellulare. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Salute, il cancro è la prima causa di mortalità a livello mondiale, ed il polmonare è uno di quelli di maggiore incidenza. Nel 2010 Cuba registrò più di 22.000 morti per tumori oncogeni, secondo dati ufficiali.

www.cubadebate.cu

Articolo di www.cubadebate.cu

www.cubadebate.cu ha scritto 1 articoli su Latinoamerica.


www.cubadebate.cu