Ricordando Alberto Granado, un uomo generoso, nobile e coerente

marzo 5, 2011

Apprendo in questo momento la notizia della morte di Alberto Granado, un uomo nobile, e di grande coerenza intellettuale. Ho avuto l’onore di essergli amico e di vivere con lui i mesi in cui veniva realizzato il film “I diari della motocicletta” e il mio documentario “In viaggio con il Che” dove ripetemmo l’avventura che Alberto aveva vissuto nel 1952 con il suo indimenticabile amico Ernesto Guevara. In quei mesi, a cavallo fra il 2002 e il 2003, ho conosciuto anche la sua bontà d’animo, la sua generosità e la sua devozione, anche dopo tanti anni, all’amico Fuser, Ernesto Che Guevara, appunto. Nel 1961 aveva accettato di vivere a Cuba, dove ha contribuito allo sviluppo della scuola di biotecnologia, vanto della rivoluzione cubana.
Lo porterò sempre nel cuore.
Gianni Minà

Articolo di Gianni Minà

Gianni Minà ha scritto 72 articoli su Latinoamerica.


Gianni Minà